Scatta una foto a sua figlia, mentre aspetta i suoi fratellini che escono da scuola.

Lo scorso mercoledì pomeriggio, Bianca Dickinson, una mamma, stava aspettando i tre suo figli maggiori alla fermata dell’autobus, quando ha deciso, per ammazzare il tempo, alla fine del vialetto (in Australia), di fare una foto ricordo di sua figlia Molly, una bimba di due anni.

“Ho visto arrivare l’autobus e Molly e noi eravamo vicino alla nostra cassetta postale, così mi sono accovacciata e ho guardato attraverso l’obiettivo”, ha raccontato Bianca. “Ero concentrata su di lei, quindi non ho visto nient’altro. Era un pomeriggio ventoso. Ho scattato e ho visto quel flash, credevo che fosse la corteccia dell’albero, ma invece era un serpente marrone orientale (il secondo serpente più velenoso al mondo). Stava strisciando a pochi centimetri dalla mia sorridente bambina, in posa per la foto. Quando ho scattato la foto, era già vicino a lei, ho visto la sua coda tra le gambe della mia Molly. Sono rimasta immobile, cercando di non farmi vedere da lei. Stava ferma in attesa che le dicessi di aver scattato. Se l’avessi allarmata, si sarebbe mossa e, probabilmente, il serpente l’avrebbe morsa. Ho sperato e fatto finta di scattare ancora, con il cuore in gola e una paura tremenda. Per fortuna, dopo essere passato vicino le sue gambe, è strisciato via ed è scomparso. Non appena fui sicura, chiesi a Molly di correre verso di me e ci siamo precipitate alla fermata.

Una volta a casa, quando ho controllato il mio telefono, mi sono resa conto di averlo fotografato.

“Quella notte non dormito. Ogni volta che chiudo gli occhi, vedo questo grande serpente che morde mia figlia.”

Non osiamo immaginare la grande paura che deve aver provato questa mamma! Per fortuna tutto si è concluso bene!

Il nodulo sul collo di Mila

5 consigli per aiutare i vostri figli a lasciare il pannolino più velocemente.