tipo di pianto bambino

Chi ha figli sa bene quanto possa essere frustrante il pianto di un neonato.

Soprattutto quando non se ne capisce la causa.

Può capitare all’improvviso, senza un’apparente motivazione plausibile che il piccolo piange e non si riesce a calmare.

Un proprio bambino che piange è una delle principali preoccupazioni dei neogenitori, soprattutto quando si tratta del primo figlio.

Imparare ad interpretare il pianto di un bimbo per capire cosa ci vuole comunicare …

Come comunicano i neonati

Durante i primi mesi di vita, l’unico modo che hanno i bambini per esprimersi e il pianto.

Il neonato attraverso il pianto può esprime fondamentalmente due stati:

  • fame
  • fastidio

In realtà si può facilmente capire che il piccolo spesso piange anche quando è alla ricerca di un contatto. Non è raro che pianga perchè vuole essere preso in braccio da uno dei due genitori.

E’ bene quindi sapere interpretare correttamente questi pochi e unici segnali che il neonato è in grado di inviare attraverso il pianto per rasserenarlo.

Come riconoscere pianto neonato

Non è facile riuscire a capire il motivo che si nasconde dietro ad un bambino che piange disperato.

Avrà fame? Ha sonno? Ha il pannolino sporco? Ha caldo? Ha Freddo, Forse si è fatto male? …

Quelle di sopra sono solo alcune dei motivi perchè piange un neonato.

Con un pò di pazienza, esperienza e buon senso però, si può imparare a carpire le motivazioni dietro al pianto del bambino.

Indipendentemente dalla causa comunque e sempre bene aspettare qualche istante prima di intervenire, evitando di comunicare anzia al bimbo e prendendosi il giusto tempo necessario a riflettere bene.

Tipi di pianto neonato

Vediamo quindi come possiamo riconoscere il tipo di pianto di un neonato.

pianto da fame

Questo tipo di pianto nel neonato è esplosivo.

I segni sono inequivocabili perchè spesso sono accompagnati dalla bocca aperta con la quale il piccolo va alla ricerca del seno della mamma o del biberon.

pianto per stanchezza o sonno

Quando il neonato si è stancato giustamente inizia ad avere sonno.

Questo stato d’animo viene comunicato dal piccolo attraverso un tipo di pianto che inizia in maniera svogliata e lamentosa, per poi diventare gradualmente più energico e vigoroso se non assecondato.

pianto da malessere

Il pianto da malessere è più lamentoso degenerando in forti urla solo a tratti.

Questo pianto può essere alleviato interagendo con il piccolo e coccolandolo.

pianto da dolore

In questo caso il pianto è difficilmente consolabile.

Il bambino alterna urla acute a pausa per riprendere fiato.

Un classico è il pianto per mal di pancia che si può verificare a sua volta per i motivi più disparati. Le classiche colichette per esempio …

Quelli elencati sopra sono i principali tipi di pianto bambino che sarebbe bene riconoscere.

Con la pratica e l’esperienza i genitori potrebbero imparare anche a riconoscere altri tipi di pianto.

Ad esempio non è inusuale che un bambino pianga per noia.

Questo tipo in molti bimbi si manifesta come un lamento che svanisce quando il genitore da considerazione prendendolo in braccio o giocando con il piccolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *