I comportamenti di alcuni genitori distruggono l’autostima dei propri figli!

Quando arriva un bambino è sempre bellissimo. Ma a volte educarli e crescerli nel migliore dei modi non è molto facile. Per questo bisogna stare sempre molto calmi, soprattutto in alcune situazioni in cui la cosa più facile da fare, è urlare. Ci sono delle cose che potrebbero rovinare l’autostima dei vostri figli. Ecco quali sono:

1.Gridare contro di loro e alzare le mani: Alcuni genitori credono che dare una punizione fisica ai proprio figlio può essere la soluzione migliore quando fanno qualcosa di sbagliato. Invece non è così. La cosa peggiore che un bambino può subire sono le urla continue. Secondo uno studio i bambini che sono sottoposti a punizioni o a urla continue,faranno lo stesso quando cresceranno. Non c’è differenza tra loro.

2.Conseguenze psicologiche serie: Altri studi dimostrano che umiliazioni, insulti e continue urla possono portare i vostri figli ad essere depressi. Quando cresceranno saranno completamente insicuri di loro stessi. Questi atteggiamenti da parte dei genitori, possono portare i figli, anche a bugie e furti.

3.In questo modo non imparano: Quando urlate contro i figli, si sentono disprezzati. E’ normale che i più piccoli abbiano periodi difficili. Il segreto è trovare un modo non violento di risolvere i problemi. Alcuni genitori devono riflettere molto sul loro atteggiamento verso i propri figli. Devono capire se li stanno crescendo nel modo giusto. Bisogna prendere un minuto per considerare le cause del vostro comportamento.

Non sempre i genitori sono molto aggressivi nei confronti dei propri bambini. Ma questi comportamenti portano solo alla mancanza di fiducia dei vostri figli. Quando questi, sono piccoli, hanno bisogno di una figura che li guidi con fermezza, ma questo non vuol dire urlargli contro. Bisogna trattarli con calma e con amore.

Se i genitori si prendessero un minuto per respirare profondamente e trattare i bambini in questo modo, vedranno che essere padre o madre, è molto più semplice di quanto pensino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *