• in , ,

    Consigli per cambiare in modo corretto il pannolino

    Come già saprete, durante i primi mesi di vita, un neonato mangia, dorme e fa la cacca! E noi mamme ci abituiamo quindi ad allattarlo, a cambiargli il pannolino e poi a farlo riaddormentare Generalmente questo accade ogni 3 ore ma poi dipende da bambino a bambino…

    Nei primi mesi di vita, il cambio del pannolino è molto importante e dobbiamo prestare sempre molta attenzione, vi spieghiamo perché. Il pannolino vi aiuterà a tranquillizzarvi riguardo il nutrimento del vostro piccolo, se è bagnato, quindi c’è pipì, il bambino è idratato e quindi sta bene. Stessa cosa se fa la cacca, se fa i buoi bisogni normalmente, non preoccupatevi, non sta morendo di fame!

    Poi, soprattutto i primi mesi, controllate sempre se il pannolino è sporco o pulito, non sempre la cacca è maleodorante e rischiate di non accorgervene. Lasciando il pannolino sporco poi, andrete a provocare al neonato delle fastidiose e dolorose irritazioni della zona intima e del culetto.

    Cercate sempre di fare un bidet quando il piccolo fa la cacca, se siete a casa. Limitate l’uso delle salviettine solo quando siete fuori. In questo modo limiterete gli arrossamenti e l’utilizzo di sostanze che vanno comunque a danneggiare la pelle del bambino.

    Per quanto riguarda il sapone, cercate sempre di utilizzare uno di quelli creati appositamente per i bambini, quindi poco aggressivi e con pochi coloranti. Lavatelo sempre con la vostra mano e mai con spugne aggressive e acquistate una crema apposita ed emolliente, assicurandovi dei componenti, da applicare sulla zona pannolino. E cosa più importante, soprattutto dopo il bagnetto o il bidet, assicuratevi che la pelle sia completamente asciutta prima di rimettere il pannolino!

    Ci auguriamo che questi consigli possano esservi d’aiuto. Condivideteli con tutte le mamme!

  • in ,

    Rimedi per dire addio alle smagliature

    La gravidanza e il parto sono le esperienze più belle della vita ma sappiamo anche che il nostro corpo cambia e nella maggior parte dei casi rimane “marchiato”. Si stiamo parlando proprio delle odiose smagliature. Purtroppo è la natura, la pelle è elastica e quando il pancione cresce, quando ingrassiamo, si tira fino a strapparsi ed è qui che compare quel maledetto segno antiestetico.

    Oggi vogliamo illustrarvi alcuni rimedi naturali per combatterle e per migliorare il loro aspetto:

    • Rosa mosqueta e olio di mandorle

    L’idrante più consigliato in gravidanza è l’olio di mandorle, efficace e super idratante. Se applicato ogni giorno, riduce la probabilità di comparsa delle smagliature, così come anche la rosa mosqueta.

    • Composto miracoloso fai da te

    Se odiate l’olio, poiché appunto è troppo oleoso, provate questo unguento fai da te, super idratante: 5 bucce di barbabietola, 5 bucce di pesca, il cuore di una carota e frullate il tutto. Poi applicate il composto ottenuto sulla zona interessata e ripetete il trattamento nei giorni successivi.

    • Miele, limone e crema di avocado

    Un altro composto che si ottiene mescolando questi tre componenti. Non importa se lo fate a mano o se utilizzate un frullatore, ricordatevi che non devono esserci grumi. Va fatto agire per circa venti minuti e poi risciacquato.

    • Massaggi

    Massaggiate sempre il vostro corpo in gravidanza, vi sembrerà strano ma aiuta nella prevenzione delle smagliature. Fatelo utilizzando l’olio di mandorle.

    • Altri rimedi

    Burro di cacao sulle zone interessate, per due volte al giorno. Bere moltissima acqua e aumentare il consumo di frutta e verdura. Fare una dieta ricca di proteine, vitamina A, E e C, fare esercizi per l’elasticità della pelle.

  • in ,

    Il terrore di ogni neo mamma: “non ho abbastanza latte”. C’è una verità da sapere…

    Oggi vogliamo affrontare l’argomento post parto che più terrifica ogni mamma, che nella maggior parte dei casi si fa prendere dallo sconforto e abbandona l’ALLATTAMENTO, senza lottare. Questo accade principalmente per colpa della gente, che purtroppo condiziona la neo-mamma con affermazioni del tipo: “non hai abbastanza latte”, “lo stai facendo morire di fame”, “piange perché ha fame” oppure “devi utilizzare la doppia pesata”.

    Alla fine la mamma, stressata, esausta, crede davvero di non avere abbastanza latte e rinuncia, passando all’artificiale e perdendo la possibilità di vivere una delle esperienze più belle della vita! C’è una cosa, dimostrata e ripetuta molte anzi moltissime volte, ma che purtroppo quasi nessuna sa: non esistono mamme senza latte!

    Ogni mamma ha il giusto latte per il proprio bambino ed è quest’ultimo a fa produrre l’altro latte alla mamma, tramite la suzione. Vi hanno mai detto “più il bambino ciuccia, più il latte scende”? Beh, è esattamente così. All’inizio è difficile, perché il bambino non si attacca, non sa ancora farlo, i seni della mamma sono sempre doloranti e stessa cosa i capezzoli, a causa delle ragadi. Ma c’è una sola cosa che vi può aiutare in questo caso: la PAZIENZA.

    Questo periodo passerà presto, l’allattamento diventerà una cosa naturale, diventerà un desiderio e diventerà la cosa più bella, un momento di intimità tra voi e il vostro bambino, di cui poi non potrete più fare a meno! Per quanto riguarda la doppia pesata, c’è un consiglio che mi sento di darvi, se allattate al seno, BUTTATE quella bilancia! Non serve, anzi ad una cosa serve, ad ossessionarvi e farvi vivere l’allattamento in modo stressante!

    Volete sapere se il vostro bambino cresce? Bene, andate da pediatra, fatelo pesare, poi allattatelo al seno e tornate da lui dopo qualche giorno. Attaccate il bambino ogni qual volta lo richiede, scordatevi le 3 ore, l’allattamento al seno è un allattamento a richiesta e all’inizio il bambino potrebbe anche aver bisogno di attaccarsi ogni ora per far scendere il latte, poi con il tempo, si regolarizzerà e il periodo tra una poppata e un’altra sarà più lungo. Vedrete che il bambino avrà preso peso e crescerà solo con il vostro latte. Fate ogni tentativo prima di mollare, poi se proprio il latte non vi scende per lo stress o per altri motivi legati a voi, passate all’artificiale. Ma prima di farlo, PROVATE!

    Il latte materno è molto importante, sia per gli anticorpi, che rafforzano il sistema immunitario del bambino contro le malattie e sia perché rafforza il legame speciale tra madre e bambino! NON DIMENTICATELO MAI!

  • in

    Coliche del neonato: come calmarle

    Le coliche del neonato sono una delle cose che più terrorizzano una mamma, soprattutto se alla prima esperienza. Il pianto diventa isterico e incontrollabile, il nostro bambino tira le sue piccole gambine e si contrae e noi siamo disperate perché non abbiamo idea di come calmarlo. Non preoccupatevi, questo periodo passerà presto, solitamente le coliche spariscono dopo i 3 mesi. Noi vogliamo lasciarvi di seguito alcuni consigli che potrebbero aiutarvi nelle notti insonni:

    MASSAGGIO:

    Il massaggio ha un potere molto rilassante sul neonato. La posizione ideale per le coliche, è quella di mettere il piccolo a pancia in giù, sul nostro braccio e di massaggiargli il pancino, mentre dolcemente lo culliamo.

    POSIZIONE:

    La pressione che andiamo ad esercitare sulla pancia è molto importante per alleviare il dolore, ma se notate un disagio nella posizione, provate a cambiarla, continuando con dei piccoli massaggi al pancino.

    CIUCCIO:

    Molte mamme si aiutano ad affrontare queste implacabili ore, con il ciuccio. E’ risaputo che i neonati amano la suzione e quindi il ciuccio può funzionare da calmante.

    SUSSURRO:

     

    Cercare di calmare il nostro bambino con la nostra voce è molto importante. Non dimenticate mai che la voce della mamma è il miglior calmante naturale. Un semplice “shhhh”, sussurrato nel suo orecchio, potrebbe aiutarlo a calmarsi durante una delle sue crisi da colica.

    MOVIMENTO:

    Sappiamo benissimo che per 9 mesi un neonato è stato nel grembo materno, costantemente cullato e quindi in uno stato di assoluto relax. Quindi cullarlo è molto importante e molto d’aiuto!

    FASCIA:

    La fascia qui in Italia non è molto utilizzata ma negli altri paesi è piuttosto frequente. Le mamme, attraverso delle particolari imbragature, che sono appunto queste fasce, tengono il proprio bambino sul petto, solitamente nudo. Questo contatto pelle a pelle, fa sentire il neonato al sicuro e calma il famoso fenomeno della coliche.

    IL RUTTINO:

    Dopo la poppata assicuratevi che il bambino faccia sempre il ruttino, aiutandovi con dei piccoli colpetti sulla schiena. Questo diminuirà le probabilità di coliche.

    RUMORE:

    Molte mamme cercano di riprodurre il famoso rumore bianco, imitando quello nell’utero. Ma in che modo? Beh per esempio accendendo il ventilatore, la lavastoviglie o attraverso delle applicazioni sul cellulare appositamente create.

    FASCIATURA:

    Oltre alla fascia che unisce il neonato alla mamma, molte mamme fasciano proprio il bambino. Vederlo tutto stretto in quelle fasce ci fa tenerezza ma bisognerebbe sapere, invece, che per il neonato è molto confortevole, poiché si sente protetto e al sicuro, proprio come nel grembo materno.

    PAUSE:

    Non dovete assolutamente affrontare questo periodo da sole, soprattutto di notte. Non fatevi problemi a chiedere aiuto, magari al vostro compagno oppure ad una nonna, non c’è nulla di male, fatevi aiutare!

    MEDICO:

    Se proprio non riuscite a calmarlo e siete disperate, chiamate il pediatra. Questo vi darà sicuramente delle gocce appositamente consigliate per le coliche. Molte di quelle in commercio sono naturali. Ma il nostro consiglio è quello di ricorrere ai medicinali solo in casi estremi.

    Ci auguriamo che questi consigli possano esservi d’aiuto! Condivideteli con tutte le mamme!

  • in

    4 semplici regole da seguire in gravidanza

    Siamo abituate a sentire costantemente giudizi e consigli contrastanti dalle persone intorno a noi, durante la nostra gravidanza. Sappiamo benissimo che i miti popolari sono molti ma non tutti veri. Oggi vogliamo parlarvi di 4 cose da non fare assolutamente in gravidanza, per garantirvi una sana e tranquilla gestazione:

    1. MANGIARE PER DUE: NO!

    Sbagliato! Non date retta alle persone che vi dicono che dovete mangiare per due, per una gravidanza sana ed equilibrata, bisognerebbe assumere massimo 300 calorie al giorno. Prendere troppo peso in gravidanza non fa bene ne a voi ne al vostro bambino. Il troppo preso potrebbe gravare sulle vostre gambe e la vostra schiena e, soprattutto verso gli ultimi mesi, potrebbe rendervi impossibile godervi la gravidanza. Mentre, per quanto riguarda il bambino, fargli raggiungere un eccessivo peso alla nascita, potrebbe rendere il parto difficile e nella maggior parte dei casi, aumentano le possibilità di taglio cesareo.

    2. DORMIRE SU UN FIANCO: SI!

    E’ bene abituarsi a dormire su un lato sin dal primo momento in cui si scopre di essere in dolce attesa, perché durante questo periodo, l’utero cresce e, se si dorme sulla schiena, potrebbe schiacciare la vena cava. Ciò potrebbe portare problemi di circolazione.

    3. I GATTI

    Quando parliamo di gatti in gravidanza, la prima cosa a cui andiamo a pensare è la toxoplasmosi. Sappiamo che il gatto è portatore di un particolare parassita che può trasmettere questa infezione, causando danni molto gravi per lo sviluppo del feto. Questo non vuol dire che se abbiamo un gatto, bisogna disfarsene solo perché abbiamo scoperto di essere incinte, ma dobbiamo semplicemente stare attente alla sua lettiera, perché è nei suoi bisogni che è presente il parassita. Quindi, per cambiare la lettiera, utilizzate sempre i guanti o fatelo fare a qualcun altro!

    4. I DENTI

    La pulizia dentale è molto importante in gravidanza. Il consiglio è quello di andare frequentemente dal dentista e di usare il filo interdentale. Ma perché? Perché in gravidanza si è molto più sensibili a contrarre la gengivite.

    4 semplici regole da seguire per una gravidanza sana e tranquilla. Avete altri suggerimenti?

  • Privacy Policy

    Privacy Policy di www.ildiariodellamamma.it

    Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti.

    Titolare del Trattamento dei Dati

    Per maggiori informazioni sul titolare, contattare il seguente indirizzo email:

    Indirizzo email del Titolare: diegoamv@hotmail.it

    Tipologie di Dati raccolti

    Fra i Dati Personali raccolti da questa Applicazione, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie e Dati di utilizzo.

    Dettagli completi su ciascuna tipologia di dati raccolti sono forniti nelle sezioni dedicate di questa privacy policy o mediante specifici testi informativi visualizzati prima della raccolta dei dati stessi.
    I Dati Personali possono essere liberamente forniti dall’Utente o, nel caso di Dati di Utilizzo, raccolti automaticamente durante l’uso di questa Applicazione.
    Tutti i Dati richiesti da questa Applicazione sono obbligatori e, in mancanza del loro conferimento, potrebbe essere impossibile per questa Applicazione fornire il servizio. Nei casi in cui questa Applicazione indichi alcuni Dati come facoltativi, gli Utenti sono liberi di astenersi dal comunicare tali Dati, senza che ciò abbia alcuna conseguenza sulla disponibilità del servizio o sulla sua operatività.
    Gli Utenti che dovessero avere dubbi su quali Dati siano obbligatori, sono incoraggiati a contattare il Titolare.
    L’eventuale utilizzo di Cookie – o di altri strumenti di tracciamento – da parte di questa Applicazione o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questa Applicazione, ove non diversamente precisato, ha la finalità di fornire il servizio richiesto dall’Utente, oltre alle ulteriori finalità descritte nel presente documento e nella Cookie Policy, se disponibile.

    L’Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.

    Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti

    Modalità di trattamento

    Il Titolare tratta i Dati Personali degli Utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l’accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
    Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati categorie di incaricati coinvolti nell’organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L’elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.

    Luogo

    I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.

    Tempi

    I Dati sono trattati per il tempo necessario allo svolgimento del servizio richiesto dall’Utente, o richiesto dalle finalità descritte in questo documento, e l’Utente può sempre chiedere l’interruzione del Trattamento o la cancellazione dei Dati.

    Finalità del Trattamento dei Dati raccolti

    I Dati dell’Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri servizi, così come per le seguenti finalità: Interazione con social network e piattaforme esterne, Commento dei contenuti, Ottimizzazione e distribuzione del traffico, Pubblicità e Statistica.

    Le tipologie di Dati Personali utilizzati per ciascuna finalità sono indicati nelle sezioni specifiche di questo documento.

    Dettagli sul trattamento dei Dati Personali

    I Dati Personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:

    • Commento dei contenuti

      I servizi di commento consentono agli Utenti di formulare e rendere pubblici propri commenti riguardanti il contenuto di questa Applicazione.
      Gli Utenti, a seconda delle impostazioni decise dal Titolare, possono lasciare il commento anche in forma anonima. Nel caso tra i Dati Personali rilasciati dall’Utente ci sia l’email, questa potrebbe essere utilizzata per inviare notifiche di commenti riguardanti lo stesso contenuto. Gli Utenti sono responsabili del contenuto dei propri commenti.
      Nel caso in cui sia installato un servizio di commenti fornito da soggetti terzi, è possibile che, anche nel caso in cui gli Utenti non utilizzino il servizio di commento, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui il servizio di commento è installato.

      Disqus (Disqus)

      Disqus è un servizio di commento dei contenuti fornito da Big Heads Labs Inc.

      Dati Personali raccolti: Cookie, Dati di utilizzo e varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy – Opt out

    • Interazione con social network e piattaforme esterne

      Questo tipo di servizi permettone di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione.
      Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network.
      Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

      Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

      Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

      Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

      Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

      Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

      Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

      Pulsante e widget sociali di Linkedin (LinkedIn Corporation)

      Il pulsante e i widget sociali di LinkedIn sono servizi di interazione con il social network Linkedin, forniti da LinkedIn Corporation.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

      Pulsante “Pin it” e widget sociali di Pinterest (Pinterest)

      Il pulsante “Pin it” e widget sociali di Pinterest sono servizi di interazione con la piattaforma Pinterest, forniti da Pinterest Inc.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

    • Ottimizzazione e distribuzione del traffico

      Questo tipo di servizi permette a questa Applicazione di distribuire i propri contenuti tramite dei server dislocati sul territorio e di ottimizzare le prestazioni della stessa.
      I Dati Personali trattati dipendono dalle caratteristiche e della modalità d’implementazione di questi servizi, che per loro natura filtrano le comunicazioni fra questa Applicazione ed il browser dell’Utente.
      Vista la natura distribuita di questo sistema, è difficile determinare i luoghi in cui vengono trasferiti i contenuti, che potrebbero contenere Dati Personali dell’Utente.

      CloudFlare (Cloudflare)

      CloudFlare è un servizio di ottimizzazione e distribuzione del traffico fornito da CloudFlare Inc.
      Le modalità di integrazione di CloudFlare prevedono che questo filtri tutto il traffico di questa Applicazione, ossia le comunicazioni fra questa Applicazione ed il browser dell’Utente, permettendo anche la raccolta di dati statistici su di esso.

      Dati Personali raccolti: Cookie e varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

    • Pubblicità

      Questo tipo di servizi consentono di utilizzare i Dati dell’Utente per finalità di comunicazione commerciale in diverse forme pubblicitarie, quali il banner, anche in relazione agli interessi dell’Utente.
      Ciò non significa che tutti i Dati Personali vengano utilizzati per questa finalità. Dati e condizioni di utilizzo sono indicati di seguito.
      Alcuni dei servizi di seguito indicati potrebbero utilizzare Cookie per identificare l’Utente o utilizzare la tecnica del behavioral retargeting, ossia visualizzare annunci pubblicitari personalizzati in base agli interessi e al comportamento dell’Utente, rilevati anche al di fuori di questa Applicazione. Per avere maggiori informazioni in merito, ti suggeriamo di verificare le informative privacy dei rispettivi servizi.

      Criteo (Criteo SA)

      Criteo è un servizio di advertising fornito da Criteo SA.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: Francia – Privacy Policy – Opt Out

      Krux (Krux Digital Inc.)

      Krux è un servizio di Remarketing e Behavioral Targeting fornito da Krux Digital Inc. Krux fa uso di tecnologia tracciante per monitorare il comportamento dell’Utente. Questi Dati sono quindi usati per personalizzare l’esperienza dell’Utente e per fornire pubblicità mirate. Krux potrebbe anche connettere i Dati accumulati con altre reti, incluse reti pubblicitarie, e abilitare questi terzi a tracciare e indirizzare l’Utente. Il Titolare, salvo disposizione contraria di questo documento, non ha alcuna relazione diretta con le terze parti che Krux può includere.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy – Opt Out

      DoubleClick for Publishers (Google Inc.)

      DoubleClick for Publishers è un servizio di advertising fornito da Google Inc. con il quale il Titolare può condurre campagne pubblicitarie congiuntamente a reti pubblicitarie esterne con cui il Titolare, se non in altro modo specificato nel presente documento, non ha alcuna relazione diretta.
      Gli Utenti che non desiderano essere tracciati dalle differenti reti pubblicitarie, possono utilizzare Youronlinechoices. Per una comprensione dell’utilizzo dei dati da parte di Google, si prega di consultare le norme per i partner di Google.
      Questo servizio usa il Cookie “Doubleclick”, che traccia l’utilizzo di @{replacement missing: it.privacy_policy_page.interpolation.this_applicationp} ed il comportamento dell’Utente in relazione agli annunci pubblicitari, ai prodotti e ai servizi offerti.
      L’Utente può decidere in qualsiasi momento di non usare il Cookie Doubleclick provvedendo alla sua disattivazione:www.google.com/settings/ads/onweb/optout?hl=it.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

      Google AdSense (Google Inc.)

      Google AdSense è un servizio di advertising fornito da Google Inc. Questo servizio usa il Cookie “Doubleclick”, che traccia l’utilizzo di questa Applicazione ed il comportamento dell’Utente in relazione agli annunci pubblicitari, ai prodotti e ai servizi offerti.
      L’Utente può decidere in qualsiasi momento di non usare il Cookie Doubleclick provvedendo alla sua disattivazione: google.com/settings/ads/onweb/optout.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy – Opt Out

      Outbrain (Outbrain Inc.)

      Outbrain è un servizio di advertising fornito da Outbrain Inc.

      Dati Personali raccolti: Cookie e varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy – Opt Out

      Banzai Advertising (Banzai Media S.r.l.)

      Banzai Advertising è un servizio di advertising fornito da Banzai Media S.r.l.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: Italia – Privacy Policy

    • Statistica

      I servizi contenuti nella presente sezione permettono al Titolare del Trattamento di monitorare e analizzare i dati di traffico e servono a tener traccia del comportamento dell’Utente.

      ComScore Analytics (ComScore, Inc.)

      ComScore è un servizio di statistica fornito da ComScore, Inc.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

      Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)

      Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di questa Applicazione, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
      Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario.
      Questa integrazione di Google Analytics rende anonimo il tuo indirizzo IP. L’anonimizzazione funziona abbreviando entro i confini degli stati membri dell’Unione Europea o in altri Paesi aderenti all’accordo sullo Spazio Economico Europeo l’indirizzo IP degli Utenti. Solo in casi eccezionali, l’indirizzo IP sarà inviato ai server di Google ed abbreviato all’interno degli Stati Uniti.

      Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

      Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy – Opt Out

    Cookie Policy

    Questa Applicazione fa utilizzo di Cookie. Per saperne di più e per un’informativa dettagliata, puoi consultare la Cookie Policy.

    Ulteriori informazioni sul trattamento

    Difesa in giudizio

    I Dati Personali dell’Utente possono essere utilizzati da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi propedeutiche alla sua eventuale instaurazione per la difesa da abusi nell’utilizzo di questa Applicazione o dei servizi connessi da parte dell’Utente.
    L’Utente dichiara di essere consapevole che al Titolare potrebbe essere richiesto di rivelare i Dati su richiesta delle pubbliche autorità.

    Informative specifiche

    Su richiesta dell’Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa privacy policy, questa Applicazione potrebbe fornire all’Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.

    Log di sistema e manutenzione

    Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questa Applicazione e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l’indirizzo IP Utente.

    Informazioni non contenute in questa policy

    Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto.

    Esercizio dei diritti da parte degli Utenti

    I soggetti cui si riferiscono i Dati Personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno degli stessi presso il Titolare del Trattamento, di conoscerne il contenuto e l’origine, di verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione, la cancellazione, l’aggiornamento, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei Dati Personali trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte al Titolare del Trattamento.

    Questa Applicazione non supporta le richieste “Do Not Track”.
    Per conoscere se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportano, l’Utente è invitato a consultare le rispettive privacy policy.

    Modifiche a questa privacy policy

    Il Titolare del Trattamento si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone pubblicità agli Utenti su questa pagina. Si prega dunque di consultare spesso questa pagina, prendendo come riferimento la data di ultima modifica indicata in fondo. Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate alla presente privacy policy, l’Utente è tenuto a cessare l’utilizzo di questa Applicazione e può richiedere al Titolare del Trattamento di rimuovere i propri Dati Personali. Salvo quanto diversamente specificato, la precedente privacy policy continuerà ad applicarsi ai Dati Personali sino a quel momento raccolti.

    Informazioni su questa privacy policy

    Il Titolare del Trattamento dei Dati è responsabile per questa privacy policy, redatta partendo da moduli predisposti da Iubenda e conservati sui suoi server.

    Definizioni e riferimenti legali

    Dati Personali (o Dati)

    Costituisce dato personale qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.

    Dati di Utilizzo

    Sono le informazioni raccolte in maniera automatica da questa Applicazione (o dalle applicazioni di parti terze che questa Applicazione utilizza), tra le quali: gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dall’Utente che si connette con questa Applicazione, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta dal server (buon fine, errore, ecc.) il paese di provenienza, le caratteristiche del browser e del sistema operativo utilizzati dal visitatore, le varie connotazioni temporali della visita (ad esempio il tempo di permanenza su ciascuna pagina) e i dettagli relativi all’itinerario seguito all’interno dell’Applicazione, con particolare riferimento alla sequenza delle pagine consultate, ai parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’Utente.

    Utente

    L’individuo che utilizza questa Applicazione, che deve coincidere con l’Interessato o essere da questo autorizzato ed i cui Dati Personali sono oggetto del trattamento.

    Interessato

    La persona fisica o giuridica cui si riferiscono i Dati Personali.

    Responsabile del Trattamento (o Responsabile)

    La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal Titolare al trattamento dei Dati Personali, secondo quanto predisposto dalla presente privacy policy.

    Titolare del Trattamento (o Titolare)

    La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali ed agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza, in relazione al funzionamento e alla fruizione di questa Applicazione. Il Titolare del Trattamento, salvo quanto diversamente specificato, è il proprietario di questa Applicazione.

    Questa Applicazione

    Lo strumento hardware o software mediante il quale sono raccolti i Dati Personali degli Utenti.

    Cookie

    Piccola porzione di dati conservata all’interno del dispositivo dell’Utente.


    Riferimenti legali

    Avviso agli Utenti europei: la presente informativa privacy è redatta in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonché a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

    Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.

  • RECENTI

  • in

    Crosta lattea: come trattarla

    Cos’è la crosta lattea? Impossibile non averne sentito parlare! E’ la comune dermatite seborroica dei neonati, concentrata per la maggior parte sul cuoio capelluto, ma anche in altre parti del corpo. Secondo gli esperti ciò si verifica perché, nelle prime settimane di vita, il loro corpicino produce troppo grasso. Innanzitutto c’è da dire che non è assolutamente contagiosa ed è anche facile da trattare, per cui non siate intimorite! Non è pericolosa e non ha a che fare con lo scarso igiene. Solitamente dura qualche mese ma ci sono anche bambini che se la portano fino a tre anni.

    La crosta lattea è facile da riconoscere, è squamosa, giallognola e spessa. Si vede per la maggior parte sul cuoio capelluto ma può estendersi anche sulle orecchie e sul viso. Esiste lo shampoo ma anche i saponi specifici per la crosta lattea.

    Lavate il neonato con questi prodotti e strofinate, man mano la crosta lattea va a scomparire. Se avete dinanzi una situazione critica con una crosta lattea molto spessa, utilizzate un olio minerale e lasciatelo agire sulla zona interessata per circa un’ora. Ci vuole tempo e pazienza e magari più lavaggi, ma piano piano la crosta lattea andrà via.

    Contattate il pediatra solo se:

    1. La crosta peggiora dopo le cure
    2. Se al bambino viene la febbre
    3. Presenza di sangue e pus

    Quindi mammine non spaventatevi, con tanta pazienza risolverete presto il problema. State solo attente al bambino che potrebbe grattarsi, a causa del prurito e provocarsi delle ferite. Sappiamo che le prime esperienze sono le più spaventose, ma presto tutti vi verrà facile e riuscirete a godervi ogni singolo istante!

    Anche perché mammine, il tempo volerà e se non ve li godete adesso questi momenti, non ve li ridarà nessuno! I vostri figli hanno avuto la crosta lattea? Raccontateci la vostra esperienza!

  • in ,

    10 cose da non fare con un neonato

    Mamme non si nasce ma come si dice, si diventa! E nessuna mamma è perfetta, ognuna di noi commette degli errori da cui, però, impara, giorno dopo giorno. L’unica cosa che dovete sapere è che il vostro istinto non fallisce e il nostro consiglio è quello di seguirlo sempre! Vogliamo lasciarvi 10 consigli su cose da non fare con un neonato, con la speranza di lasciarvi un piccolo aiuto:

    1. Non lavate il bambino ogni giorno

    E’ sufficiente lavarlo 2-3 volte durante la settimane. Nei restanti giorni basta un semplice bidet, altrimenti andrete a peggiorare i comuni problemi di dermatite. Ricordate che la zona più importante, per prevenire piaghe e irritazioni, è quella intima.

    2. Rasare i capelli

    Non date retta a ciò che sentite, rasare i capelli non glieli fa rinascere più forti! Fino al primo anno di età, non si può dire che tipo di capello il bambino ha.

    3. Non sterilizzate ogni cosa

    L’igiene è sicuramente molto importante ma il troppo non va bene. Prima cosa perché il bambino ha bisogno di farsi gli anticorpi, per avere la forza di combattere le malattie e poi diventerebbe per voi un’ossessione che non vi farà affatto bene!

    4. Non lasciatelo piangere 

    Non date retta alle dicerie sui vizi. I bambini non si lasciano piangere per farli abituare! Non hanno altri mezzi per comunicare se non il pianto e lo usano per ogni cosa, anche per dirvi ‘mamma ho freddo’, ‘ho il pannolino sporco’, ‘mi annoio’, ‘voglio le coccole’….

    5. Non copritelo troppo

    State sempre attente a non farlo sudare! Ricordatevi che sente esattamente ciò che sentite voi e dovete vestirlo esattamente come vi vestite voi! E se sentite che ha le manine o i piedini freddi, tranquille, è normale!

    6. Non deve esserci silenzio mentre dorme

    Abituate sempre il bambino a dormire con i rumori quotidiani, soprattutto durante il giorno. Anzi, vi dirò di più, in questo modo, se durante il giorno c’è movimento, gli verrà più facile distinguere il giorno dalla notte.

    7. Lasciate stare ciò che dice la gente

    Ricordatevi che il miglior medico è la mamma! E al di fuori di voi, ascoltate solo il pediatra!

    8. Non siate gelose del bambino.

    So che la possessività è la prima cosa che si scatena in voi dopo il parto, ma non volere che nessuno prenda in braccio il bambino, è cosa sbagliata! Tranquille vi assicuro che non morirà! XD capirete questa parole quando sarà un pochino più grande…

    9. Contare i minuti al seno

    Non serve! La maggior parte delle mamme conta i minuti di poppata, 15 minuti per seno! Non serve, godetevi l’allattamento, non fate di tutto un’ossessione! Il bambino è in grado di capire quando staccarsi e noi, a nostra volta, siamo capaci di capire quando il seno si è svuotato!

    10. Non dovete mai dire ‘non sono all’altezza’

    E’ caduto, è colpa mia, il mio latte non è abbastanza, non sono una brava madre…. siete perfette! Ricordatevi che le vostre paure e le vostre sensazioni, le trasmettete ai vostri figli. Godetevi la maternità e ogni istante, nulla vi sarà ridato indietro!

  • in

    Sindrome della morte improvvisa del neonato (SIDS)

    Avrete sentito nominare questa sigla molte volte: SISD. Si tratta della sindrome della morte improvvisa del neonato o della morte da culla. Purtroppo si verifica molto spesso nei neonati fino ad un anno di età e nessuno, fino ad oggi, è riuscito ad individuarne il motivo ne a poterla prevenire.

    La parte del mondo in cui il tasso di morte neonatale per questa sindrome è più elevato, sono gli USA. Dopo ogni morte di un neonato, viene aperta un’indagine, si interrogano i genitori, si esamina il bambino ma alla fine la causa del decesso è sempre quella: morte improvvisa.

    Ma nonostante non si conoscano le reali cause, ci sono dei modi per evitare che ciò accada e noi vogliamo condividerli con voi e chiedervi di prestare molta attenzione.

    • Non mettete mai il bambino a dormire a pancia in giù ma sempre a pancia in su, anche se secondo le credenze popolari è una posizione sbagliata per il rigurgito. Non è assolutamente vero! Da quando le mamme hanno iniziato a seguire il consiglio dei migliori esperti, il tasso delle morti neonatali è diminuito del 50%, direi tantissimo!
    • La superficie in cui mettete a dormire il vostro bambino, deve essere stabile. Che significa? Che il materasso deve essere approvato dagli standard di sicurezza, deve essere antisoffoco, così come il cuscinetto.
    • Per il primo anno di età fate dormire il piccolo nella vostra stessa stanza, spostate il suo lettino.

    • Non fatelo dormire con oggetti come peluche, giochi o lenzuolini, sono una delle principali cause del soffocamento.
    • Non fumate in gravidanza e nemmeno nella stanza dove c’è lui, dopo la nascita
    • Se vostro figlio prende il ciuccio, durante la nanna togliete la catenella
    • Controllate sempre la temperatura della stanza e controllate che non sudi troppo
    • Non copritelo troppo, ne con le coperte ne con le tutine pesanti. Vestitelo esattamente come vi vestite voi!
    • Tenetelo a pancia in giù solo se siete presenti
    • Evitate il co-spleeping per i primi mesi, almeno per il primo.
    • Non rinunciate all’allattamento al seno, riduce il rischio di SIDS fino al 70%

    Condividete queste informazioni con più mamme possibili!

  • in ,

    4 passi per insegnare al tuo bambino a dormire tutta la notte

    I primi mesi dopo il parto sono i più difficili, sia per la mamma che per il bambino. Sappiamo benissimo che il tempo tra una poppata ed un altra è di circa 3 ore. Dipende dal tipo di allattamento con cui il neonato viene nutrito. Solitamente con il latte artificiale la tempistica è esattamente questa ma con l’allattamento al senso, parliamo di richiesta, è il bambino a decidere, potrebbero passare anche solo 2 ore. Tenete sempre presente che il latte materno si digerisce prima ed è meno pesante rispetto all’artificiale, ecco perché per quest’ultimo è meglio rispettare le 3 ore!

    Noterete che più il bambino crescerà, più dormirà. Ma dovete sapere che voi avete un importante ruolo nel suo sonno. Per questo, di seguito, vi lasciamo 4 semplici passi per aiutarlo a dormire durante la notte:

    1.Cercate di stabilire una routine: il bambino si abitua a determinate cose intorno a lui ed è in grado di capire quando è ora del sonnellino o quando è ora di dormire. Vi consigliamo di creare una sorta di rito prima di metterlo al letto. Per esempio gli fate un bagnetto, poi la poppata, gli mettete il pigiamino e infine a nanna!

    2. Dovete insegnargli a distinguere il giorno dalla notte: cosa intendiamo con ciò? Allora il bambino, come abbiamo già detto prima, deve imparare la differenza tra il sonnellino pomeridiano e la notte. Quindi vi consigliamo di non lasciarlo al buio durante il giorno e di abituarlo, fin da subito, ai rumori quotidiani, come l’aspirapolvere, la lavatrice, la mamma che fa i piatti… e così via… mentre la notte, luci spente o soffuse e silenzio assoluto!

    3. Non dimenticare di dedicargli il tuo tempo: Prima della nanna ritaglia sempre 10 minuti per giocare con il tuo bambino e per coccolarlo! Grazie al tuo amore, ai tuoi baci e alle tue carezze, si rilasserà e si tranquillizzerà, pronto a dormire serenamente!

    4. Parlagli sempre: mentre lo prepari per le ninne, parlagli dolcemente. Digli che è ora di fare la nanna, che lo ami tanto, che il suo papà lo ama tanto, parole dolci che gli fanno capire che è ora di dormire e che la sua mamma sarà sempre lì, accanto a lui, pronta a proteggerlo!

    Questa routine con i giorni diventerà indispensabile e sarà la chiave per insegnare al bambino a dormire tutta la notte!

  • in

    Da 0 a 40 settimane: dall’embrione alla nascita

    La gravidanza è una delle esperienze più belle e indimenticabili della vita. Se non si provano sulla propria pelle, le emozioni che è in grado di darci, non si possono spiegare a parole. Oggi vogliamo accompagnarvi un po’ in questo percorso, parlandovi dei trimestri in cui la gravidanza è suddivisa: dall’embrione alla nascita.

    Primo trimestre: da 0 a 12 settimane

     

    Da 0 a 12 settimane, parliamo dei primi 3 mesi di gravidanza. Nel primo mese avviene la fecondazione dell’ovocita, l’embrione si forma e si impianta nella cavità uterina. E’ formato da strati di cellule pronte a trasformarsi in organi e parti del corpo. Nel secondo mese si cominciano a sviluppare i tratti del viso, il cuore, gli occhi, le prime strutture cerebrali, il fegato e una piccola piaga accanto alla testa, l’orecchio. Iniziano poi a formarsi gli arti e il completo sviluppo del cordone ombelicale. Nel terzo mese, iniziano a formarsi le ossa, i muscoli, i nervi e i vasi sanguigni. Iniziano a formarsi naso, orecchie e cavità dentali.Si formano gli organi riproduttivi e il fagiolino raggiunge i 21-28 cm.

    Secondo trimestre: da 13 a 27 settimane

    Il periodo che va dal quarto al sesto mese: inizia a formarsi lo scheletro, le sopracciglia e le palpebre. Si iniziano a sentire i movimenti fetali, le bollicine che scoppiano nella pancia e i teneri calcetti. Il bambino si succhia le manine ed è in grado di riconoscere e di rispondere alla voce della mamma. Alla fine del secondo trimestre il piccolo misura 98 cm e pesa circa 900 grammi. Naturalmente i parametri cambiano da bambino a bambino.

    Terzo trimestre: da 28 a 40 settimane

    Dal settimo al nono mese. Il bambino si muove tantissimo, apre gli occhi, ha i capelli, le unghie e si prepara alla nascita, mettendosi a testa in giù, posizione cefalica (anche se non sempre è così). I polmoni continuano a svilupparsi fino a formarsi del tutto. La mamma è in grado di riconoscere i piedini, i pugnetti e il sederino del suo bambino. I due comunicano tramite il loro amore e le loro sensazioni. Il bambino pesa circa 2-3 kg e alla fine di questo trimestre, è pronto per arrivare tra le braccia della sua mamma!

    Un percorso meraviglioso che avviene dentro la nostra pancia! E’ il miracolo della vita e non c’è nulla di più bello!

Load More
Congratulations. You've reached the end of the internet.